.
Annunci online

blog letto 55817 volte

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Aggiornati con i feed

.

Beati i bulli di quartiere perchè non sanno quello che fanno

ed i parlamentari ladri che sicuramento lo sanno

Rino Gaetano


Nuovo Simbolo NuovaVia
21 novembre 2007



permalink | inviato da nuovavia2006 il 21/11/2007 alle 21:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
Odg approvato dall'assemblea costituente del Pd del Lazio
14 novembre 2007

         In questi giorni in tutta Italia sta prendendo vita e forma il Partito Democratico, il progetto a cui tutti ci siamo appassionati e per il successo del quale non smettiamo di lavorare. Abbiamo vissuto pagine esaltanti come la straordinaria partecipazione alle primarie del 14 Ottobre ed il primo appuntamento della Assemblea nazionale di Milano; in ognuno di questi appuntamenti i giovani sono stati protagonisti anche grazie alle novità introdotte, come ad esempio il voto e la possibilità di essere eletti nelle Assemblee costituenti per i ragazzi a partire dai 16 anni di età.

 

Una società si trasforma a partire dai suoi attori; e la società di domani si dovrà costruire assieme a coloro che ne saranno protagonisti. Per questo un partito che rappresenti e valorizzi i giovani è la premessa per una politica che ambisca a rinnovare se stessa e la nazione.

 

I giovani potranno essere i primi cittadini del nuovo partito: la “generazione dell’Ulivo”, quella già messa in luce dalla stagione dei movimenti e dalle elezioni politiche, una generazione ancorata ai valori di libertà individuale, di progresso civile e di equità sociale, distante dalla politica tradizionale ma che mostra speranza verso una politica nuova.

 

Il “senso”, la “missione” del nuovo partito dovrà essere dare voce a una generazione che vive una drammatica condizione di incertezza e precarietà, e che tuttavia non si rassegna; non far cadere nella frustrazione e nel disinteresse un pezzo d’Italia giovane, aperto al mondo, che dimostra di volersi assumere la responsabilità di scegliere il proprio destino; rendere il dinamismo e la creatività di questi ragazzi la base per aprire per l’Italia una nuova stagione.

 

Per parlare ai giovani la politica deve superare il “gap generazionale”, dotandosi di spazi e momenti nei quali siano i giovani stessi a coinvolgere altri giovani.

 

Ciò considerato,

L’assemblea costituente regionale  DEL LAZIO del Partito Democratico RITIENE NECESSARIO:

 

Creare subito gli spazi nei quali queste energie trovino la possibilità di esprimersi. Creare luoghi, fisici e virtuali, dove in tanti giovani e giovanissimi possano “incontrare” la politica per la prima volta, e mettere a disposizione della comunità la propria voglia di fare.

 

              Costruire un soggetto giovanile organizzato e nuovo per davvero, non un’organizzazione parallela, speculare nei modi e nella struttura al partito dei grandi, nè tanto meno un semplice coordinamento dei giovani dirigenti del PD, che porterebbe all’impegno solo un numero ristretto di ragazzi.

 

Pertanto, l’Assemblea costituente regionale, nel rispetto delle proprie competenze, dà mandato ai propri componenti di età inferiore ai 30 anni e alle organizzazioni politiche giovanili costituenti del Partito Democratico di costituirsi in un gruppo di lavoro per:

 

  • Avviare il dibattito intorno alle forme e i modo attraverso i quali andare a costituire l’organizzazione giovanile del Partito Democratico
  • Contribuire all’elaborazione di una proposta per il riconoscimento dell’organizzazione giovanile nello Statuto regionale del Partito.
  • Favorire e promuovere da subito, in ogni realtà, la creazione di gruppi di giovani del PD
  • Stimolare in ogni territorio iniziative volte a coinvolgere attivamente i giovani nel percorso di costruzione del Partito Democratico
  • Allargare il gruppo di lavoro ai giovani eletti nel Lazio all’assemblea costituente nazionale.

Rosario Oliverio - Segretario Regionale Giovani DL - La Margherita Lazio
Giorgio Fano - Segretario Regionale Sinistra Giovanile Lazio




permalink | inviato da nuovavia2006 il 14/11/2007 alle 0:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sistemi Elettorali - Tedesco
12 novembre 2007
 

La legislazione elettorale tuttora in vigore risale al 1956.

L'elettore tedesco ha a disposizione 2 voti (Erststimme e Zweitstimme). Con l'Erststimme l'elettore vota i candidati nei collegi uninominali. Il numero dei collegi uninominali è pari alla metà del totale dei deputati del Bundestag. Quindi per un totale di 598 abbiamo 299 collegi uninominali suddivisi nei vari Land. Con il Zweitstimme vota le liste dei partiti. Il voto più importante è il secondo, poiché grazie ad esso si viene a determinare sostanzialmente la forza politica nel Bundestag. Il primo è finalizzato a determinare la rappresentanza personale.

Il meccanismo funziona secondo 3 passaggi:

1) Tutti i deputati vengono considerati in un unico collegio nazionale.

Per ogni partito che supera la clausola di sbarramento (al 5%) si fa questa operazione: Il numero dei voti di ciascun partito ottenuti a livello nazionale viene diviso per il numero dei voti totali validi da prendere in considerazione (si escludono i voti degli elettori attribuiti a quei piccoli partiti che non raggiungono il 5%), il risultato viene moltiplicato per 598 (il numero dei deputati del Bundestag designati secondo questo sistema). Si avrà così ottenuto il numero di seggi che complessivamente spettano a ciascun partito.

A questo punto la composizione politica del Bundestag è già determinata, poiché sappiamo quanti seggi dei 598 ciascun partito ha ottenuto.

La CLAUSOLA DI SBARRAMENTO è un meccanismo selettivo, non possono partecipare al riparto dei seggi i partiti che non superano a livello nazionale il 5% dei voti validamente espressi (attribuiti dai cittadini attraverso la Zweitstimme). Tuttavia se un partito ha ottenuto meno del 5% accede comunque al riparto dei seggi se contemporaneamente vince almeno in 3 collegi uninominali (attraverso l' Erststimme)

2) A questo punto si dovranno distribuire i seggi ottenuti da ciascun partito a livello nazionale tra le liste dello stesso partito a livello locale. Si avrà quindi una competizione tre le liste dello stesso partito appartenenti però ai vari Länder.

Attraverso questa operazione viene determinano il numero di seggi cui ciascun partito a livello locale ha diritto (la somma dei seggi ottenuta da uno stesso partito nei vari Länder è quella già determinata nel passaggio 1): Il numero dei voti che quel partito ha ottenuto a livello locale viene diviso per il numero di voti totali ottenuti da quello stesso partito a livello nazionale, il risultato così ottenuto viene moltiplicato per il numero di seggi attribuiti a quello stesso partito a livello nazionale. Si avrà così il numero di seggi che spettano ai candidati di quel partito in ciascun Länder.

3) Nell'ultimo passaggio si prende in considerazione il voto espresso dagli elettori per i collegi uninominali, l'Erststimme. Si avrà quindi una competizione personale tra i vari candidati di una stessa lista di partito.

I candidati vincitori nei collegi uninominali collegati ad un partito vengono eletti fino a raggiungere il numero di seggi complessivo spettante a quello stesso partito a livello locale determinato al passaggio 2). Quando i vincitori nei collegi uninominali collegati al partito non sono sufficienti per coprire il numero di seggi spettante a quel partito, i residui seggi verranno assegnati secondo l'ordine dei candidati della lista elettorale del partito fino a raggiungere il numero determinato. Quando invece i vincitori nei collegi uninominali collegati al partito superano il numero di seggi spettante a quel partito vengono mantenuti ed eletti ugualmente per tutelare il carattere personale dell'elezione che caratterizza l'Erststimme. In questo caso quindi aumenta il numero complessivo dei seggi totali del Bundestag. Questi parlamentari eletti costituiscono mandati in sovrannumero.

La determinazione del numero complessivo di componenti del Bundestag può variare da una legislatura all'altra, esso sarà uguale a 598 o superiore.

I parlamentari eccedenti il numero di 598 che costituiscono i mandati in sovrannumero sono designati esclusivamente secondo il sistema dei collegi uninominali come abbiamo appena visto.

In sintesi il sistema elettorale tedesco è un sistema elettorale proporzionale personalizzato con meccanismi di correzione.

1)Proporzionale: la determinazione della forza politica del Bundestag è determinata secondo il sistema proporzionale a livello nazionale.

2)Personalizzato: la possibilità del voto del candidato del collegio uninominale determina un rapporto tra elettore ed eletto.

3)Meccanismi di correzione: la clausola di sbarramento e il mandato in sovrannumero altera la rappresentatività proporzionale pura, escludendo i piccoli partiti e permettendo ai candidati vincitori nel collegio uninominale di essere eletti nonostante la forza politica abbia ottenuto un numero inferiore di voti a livello proporzionale privilegiando l'aspetto dell'elezione personale data dall'elettore.




permalink | inviato da nuovavia2006 il 12/11/2007 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Comunicato Stampa
12 novembre 2007
OGGETTO: la Sinistra giovanile e i Giovani della Margherita del Lazio porteranno nell’Assemblea Costituente regionale del Partito Democratico la necessità di una nuova organizzazione giovanile

Alla vigilia della Costituente regionale del Partito democratico del Lazio che si terrà il 10 Novembre, la Sinistra giovanile e i Giovani della Margherita pongono la costituzione di una nuova organizzazione giovanile al centro di quello che sarà il dibattito di sabato. Lanciano quindi un appello sia ai ragazzi che hanno votato alle primarie, che ai giovani eletti nell’Assemblea e al segretario regionale Nicola Zingaretti, affinché parta un confronto che porti alla costituzione di questa nuova giovanile, un’organizzazione nuova che sappia trovare le forme e i modi per coinvolgere attivamente le nuove generazioni nel Partito Democratico:

“Ci rivolgiamo a tutti i ragazzi che hanno partecipato alle primarie nella nostra regione, a tutti i giovani eletti nell’assemblea nazionale e regionale del Lazio.

Ci rivolgiamo al Segretario regionale del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, che ha sempre saputo essere pioniere nell’elaborazione delle forme di partecipazione dei giovani ai processi ed alla vita dei partiti del nostro Paese, certi di un suo impegno e di un suo aiuto nella costruzione dei passaggi che ci attendono e che confermerebbero il Lazio laboratorio politico anche sui temi generazionali.”

“Il fine è comune: serve un Partito in grado di affrontare i mille bisogni dei cittadini di domani, di quelle migliaia di ragazzi che hanno affidato alle ultime elezioni il governo del Paese al centrosinistra e che hanno dato fiducia e credono nel progetto del Partito Democratico.”

“Il senso, la missione del nuovo partito dovranno essere dare voce a una generazione che vive una drammatica condizione di incertezza e precarietà e che tuttavia non si rassegna; non far cadere nella frustrazione e nel disinteresse un pezzo d’Italia giovane, aperto al mondo, che dimostra di volersi assumere la responsabilità di scegliere il proprio destino; rendere il dinamismo e la creatività di questi ragazzi la base per aprire per l’Italia una nuova stagione.

Costruire un soggetto giovanile organizzato e nuovo per davvero, non un’organizzazione parallela, speculare nei modi e nella struttura al Partito, nè tanto meno un semplice coordinamento dei giovani dirigenti del PD, che porterebbe all’impegno solo un numero ristretto di ragazzi.”

“L’impegno – concludono - è quello di iniziare un processo aperto mettendo a disposizione l’esperienza delle due strutture giovanili, per la nascita di un nuovo soggetto politico organizzato che abbia come missione quella di interpretare e dare risposte a bisogni dei giovani della nostra regione e di stimolare la formazione di una nuova generazione all’interno del Partito Democratico del Lazio.”




permalink | inviato da nuovavia2006 il 12/11/2007 alle 23:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Un pò di scadenze
1 ottobre 2007
Vi segnalo le scadenze relative all'anno accademico 2007/2008

- I° Rata: 5 Novembre
- Consegna modello ISEUU: 5 Novembre
- II° Rata: 2 Aprile

Per tutte le informazioni relative a immatricolazioni, trasferimenti, fascia di reddito cliccate qui
San Francesco d'Assisi (1181/2 - 3 ottobre 1226)
5 settembre 2007




"Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. e all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile"




permalink | inviato da nuovavia2006 il 5/9/2007 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Bandi rettorali
24 luglio 2007
Sono pubblicati su internet i bandi relativi all'anno accademico 2007/2008

vai al link 



permalink | inviato da nuovavia2006 il 24/7/2007 alle 17:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Consiglio....
24 luglio 2007
consiglio a tutti di visitare questo blog curato da un ottimo stilista, grafico, iconografo 



permalink | inviato da nuovavia2006 il 24/7/2007 alle 17:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Karol Józef Wojtyla (18 Mag 1920 - 2 Apr 2005)
3 aprile 2007



"...Fratelli e Sorelle! Non abbiate paura di accogliere Cristo e di accettare la sua potestà!
Aiutate il Papa e tutti quanti vogliono servire Cristo e, con la potestà di Cristo, servire l’uomo e l’umanità intera! 
Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! 
Alla sua salvatrice potestà aprite i confini degli Stati, i sistemi economici come quelli politici, i vasti campi di cultura, di civiltà, di sviluppo. Non abbiate paura! Cristo sa “cosa è dentro l’uomo”. Solo lui lo sa! Oggi così spesso l’uomo non sa cosa si porta dentro, nel profondo del suo animo, del suo cuore. Così spesso è incerto del senso della sua vita su questa terra. È invaso dal dubbio che si tramuta in disperazione. Permettete, quindi – vi prego, vi imploro con umiltà e con fiducia – permettete a Cristo di parlare all’uomo. Solo lui ha parole di vita, sì! di vita eterna...."
 




permalink | inviato da il 3/4/2007 alle 10:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Roma 1977 - Assemblea all'università
25 gennaio 2007




permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 20:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre       


Roma TRE
Laziodisu
CUS
Ministero
Regione Lazio
Comune di Roma

DL - Margherita
DS
L'Ulivo
L'Unione

Adinolfi
La base
Settanta
Sciacallo
360°
Mario & Mario
Rds

La Repubblica
Corriere della Sera
Il Sole 24 ore
Europa
Google News
Msn News

Create polls and vote for free. dPolls.com